Centro Sinapsi CR2: edilizia sostenibile socialmente utile

AMBITO: Progetto Speciale di Edilizia
LOCATION: Cremona (Lombardia)
COMMITTENTE: Fondazione Occhi Azzurri Onlus
PARTNER DI SISTEMA: Knauf Italia
PARTNER DI PROGETTO: Isopan, Daku, Steel & Co. srl

Inizia a prendere finalmente forma il Centro riabilitativo-ricreativo Sinapsi CR2 di Cremona, un progetto nato per sostenere le famiglie con bambini disabili e per offrire opportunità di cura e riabilitazione all’avanguardia. La struttura rappresenta il sogno di Filippo Ruvioli, creatore della Fondazione Occhi Azzurri Onlus, che diviene realtà grazie alla generosità di privati e istituzioni che hanno contribuito a finanziare il progetto e al supporto tecnico del Prof. Marco Imperadori, docente di progettazione e innovazione tecnologica del Politecnico di Milano.

Il lotto si estende per oltre 1.550 m2 e si trova all’interno del Parco del Morbasco, scelta dovuta alla vicinanza con il centro cittadino, alla sua accessibilità e alla presenza di una grande varietà arborea. Il Centro è stato ideato per essere in completa osmosi con ciò che lo circonda, non rappresentando un luogo chiuso su se stesso ma aperto alla città e ai cittadini a cui offre i suoi servizi.

Fase strutturale del Centro Sinapsi CR2

La struttura del centro è costituita da elementi prefabbricati in acciaio zincato Sendzimir, ottenuti attraverso un processo di profilatura e punzonatura a freddo (CFS), e da componenti pre-assemblati tramite processi di saldatura e successiva zincatura a caldo; le connessioni tra i vari elementi strutturali è garantita da squadri stampati/pressopiegati e bulloneria strutturale. La concezione strutturale prevede telai incernierati alla base per le sollecitazioni derivanti dai carichi gravitazionali, controventi verticali e di piano per le sollecitazioni orizzontali (sisma, vento). La peculiarità del progetto ha visto l’impiego di una vasta gamma di profili Scaffsystem (dalla serie Sigma: 125-255, al profilo C 400), e la realizzazione di due travature reticolari di circa 33 mt nella zona ristorazione. Le colonne, alcune in profilo scatolare, altre realizzate tramite unione di elementi in CFS, sono fissate alla fondazione tramite ancoranti meccanici post-installati, rendendone rapido il montaggio.

La velocità di cantiere ha consentito di gestire diverse fasi simultaneamente. Durante le operazioni di assemblaggio, infatti, operai specializzati hanno ultimato l’edificazione delle piscine adibite a riabilitazione, nello specifico della zona nuoto di 270 metri quadrati con due piscine e una vasca di nuoto controcorrente, alla cui struttura è stata applicata la tecnologia tipo SISTEMA TRIPLEX di Nordzinc®, ossia un trattamento anticorrosivo perfezionato con nanotecnologie ceramiche studiate per resistere agli agenti atmosferici, agli UV e ad ambienti fortemente attaccati dal cloro.

L’edificio è stato progettato per ospitare una serie di spazi condivisi, tra i quali una ludoteca, un laboratorio per attività manuali, una sala multimediale, una palestra ad hoc, studi e ambulatori, una hall con relativo bar. Inoltre, sono previsti nuovi servizi per chi usufruirà del parco per passeggiare o praticare attività sportiva, in un’ottica di totale integrazione e socialità con l’intera comunità.

Fase di involucro del Centro Sinapsi CR2

Attualmente, il progetto Centro Sinapsi CR2 è giunto in una fase avanzata, grazie all’impiego dei pannelli ISOPAN, i quali rivestono la facciata dell’edificio. Questa scelta si è dimostrata fondamentale per garantire il massimo isolamento termico e una protezione efficace dagli agenti atmosferici.

All’interno della struttura, è stata adottata una soluzione altamente efficiente mediante l’installazione della lana di roccia. Questa implementazione ha contribuito in modo significativo a migliorare le prestazioni termiche e acustiche dell’edificio, rendendo l’ambiente interno più confortevole per gli occupanti. Inoltre, ha comportato un notevole risparmio energetico, consolidando così l’impegno del progetto verso la sostenibilità.

Il lavoro proseguirà con la prevista installazione dei profili forniti da Knauf Italia, i quali saranno impiegati per le contropareti interne. Questi elementi sono stati attentamente progettati per garantire una suddivisione degli spazi interni efficiente e funzionale, consentendo al Centro Sinapsi CR2 di adattarsi alle specifiche esigenze e alle attività ricreative previste.

Per quanto concerne la copertura dell’edificio, il progetto prevede la realizzazione di un “tetto verde” tramite l’innovativo sistema proposto da DAKU. Questo sistema si basa sulla semina di essenze verdi, le quali trasformeranno la parte superiore della struttura in un’incantevole oasi di tranquillità, contribuendo così a creare un ambiente armonioso e in simbiosi con la natura.

Per richiedere maggiori informazioni sulla metodologia di edificazione Mechano Steel Frame, compila il form sottostante

     

     

    Autorizzo Scaffsystem alla gestione dei miei dati in accordo a quanto riportato nell’informativa sulla privacy.
    Informativa sulla privacy

    Per inviare una candidatura di lavoro, clicca qui.