La lamia Santolina a Carovigno

La reinterpretazione dei linguaggi architettonici tradizionali di Scaffsystem

Nasce nell’agro tra la Valle d’Itria e l’Alto Salento, il progetto degli architetti Andrea Calderari, Antonio De Castro, Rosanna Maria Morleo e Angelo Melcarne.

Ci troviamo esattamente nelle campagne di Carovigno (BR), per lavorare sulle linee architettoniche di Lamia Santolina, un nuovo concept di architettura residenziale storicamente realizzata in questa specifica zona della Puglia, magistralmente rielaborata in chiave moderna dal team tecnico di Scaffsystem.

L’idea è partita dall’analisi del contesto ambientale e, soprattutto, dalle motivazioni che hanno portato a questa ricostruzione, vale a dire l’amore dei committenti per il territorio pugliese e il desiderio di lasciare un’impronta concreta, contemporanea e soprattutto rispettosa dell’ambiente circostante.

In quest’ottica l’intento è stato quello di unire materialmente il livello estetico, dato dal mantenimento del profilo architettonico della lamia, al livello tecnico con un occhio al futuro, grazie ai sistemi costruttivi dell’architettura sostenibile e alle tecnologie più innovative in ambito edilizio. Per questo progetto infatti, sono stati utilizzati materiali naturali e risorse rinnovabili come l’acciaio, la calce e la canapa.

Il restauro della lamia con la costruzione a secco

A livello strutturale l’edificio residenziale ha un prospetto molto semplice, esattamente come una tradizionale lamia; la base rettangolare si restringe in altezza, con murature perimetrali a sezione trapezoidale e angoli arrotondati. L’aspetto riprende e conserva quello delle storiche costruzioni del passato realizzate a mano dai contadini.

Due piccole aperture, quasi casuali, si schiudono verso il lato ovest, mentre a est l’edificio presenta una grande vetrata, con la quale è possibile raccogliere quanta più luce naturale e, ovviamente, godere di una splendida visuale degli ulivi che circondano la struttura. La vetrata è strategicamente posizionata, per evitare che i raggi del sole possano penetrare in maniera fastidiosa. Inoltre, grazie alla copertura dimensionata con specifici software di calcolo, sono scongiurati fenomeni di surriscaldamento dell’ambiente dato dall’eccessiva quantità di sole battente.

L’obiettivo è stato quello di mantenere all’interno dell’immobile una temperatura costante e realizzare un forte efficientamento energetico dell’abitazione.

I sistemi in acciaio, che costituiscono la struttura portante della lamia, sono modulari e vengono assemblati con la metodologia della costruzione a secco, traendo tutti i benefici del dry building:

  • sostenibilità certificata
  • facilità di montaggio
  • realizzazione di un cantiere veloce e pulito
  • sicurezza sismica
  • flessibilità e quindi aderenza al progetto architettonico.

L’utilizzo dei profili in acciaio formati a freddo di Scaffsystem, consentono elevate prestazioni meccaniche e un’estrema leggerezza dei singoli elementi che compongono il telaio. Grazie a questo metodo di costruzione edilizia, non sono necessari mezzi di sollevamento in cantiere per la messa in opera e per il trasporto.

Il progetto edile appena descritto si traduce in una riduzione significativa dello stato dei lavori e in minori rischi per la sicurezza degli operatori del cantiere, rispetto ai sistemi di costruzione tradizionali.

I vantaggi dell’acciaio: architettura ecologica e sostenibile

La struttura portante è stata pensata come una costruzione in acciaio, quindi una lega leggera e soprattutto con minor impatto rispetto al cemento armato. Si tratta infatti di un materiale riciclabile quasi al 100%.

La lamia ha rappresentato un format di ingegneria residenziale che ci ha permesso di garantire un sistema di totale riutilizzo delle strutture, da applicare in nuove e differenti configurazioni. Inoltre, un’attività di screening fatta sull’impatto ambientale di questo progetto, ha conferito all’edificio una dichiarazione ambientale di prodotto EDP, certificandone la sostenibilità in tutto il ciclo della sua vita.

I profili in acciaio a sezione ridotta posti all’interno dei muri perimetrali e del solaio, hanno consentito di utilizzare più impasto di calce e canapa rispetto a quanto sarebbe stato possibile adoperare con strutture in cemento o legno, migliorandone drasticamente l’isolamento termico nelle tamponature esterne.

La tecnologia costruttiva e i materiali adottati, hanno creato un connubio perfetto tra modernità e tradizione, visibile anche nelle pareti perimetrali e nel solaio di copertura, realizzati con un mix di calce-canapa gettato in opera.

 

L’impiego di materiali sostenibili è sempre più diffuso in Europa, soprattutto nei progetti di architettura residenziale; questi rappresentano per Scaffsystem un’attività importante, di pari passo al settore delle scaffalature metalliche applicato alla logistica.

I numeri dell’efficienza termica

L’insieme di tutti questi elementi assicura elevatissime capacità termiche all’edificio:

  • conduttività termica di 0,056 w/mk
  • controllo dell’umidità interna
  • controllo della traspirabilità

L’impasto realizzato da Messapia Style con canapulo certificato, acqua, pura calce idrata e un eccipiente che velocizza la presa, riduce di molto lo stato dei lavori e dona funzionalità massima sotto diversi punti di vista:

  • controllo naturale del tenore di umidità negli ambienti interni
  • massima traspirabilità
  • assenza di materiali tossici
  • assorbimento di CO2 nell’ambiente.

La copertura della lamia è stata realizzata recuperando l’antica tecnica del solaio incannucciato. Si tratta di un’opera creata con canne coltivate, raccolte, tagliate e trattate a km0 da artigiani locali. Sulle stuoie di canne, appoggiate sui travetti della nostra struttura portante in acciaio, viene riversata la mistura di calce e canapa con spessore di 25 cm, capace di fornire il massimo isolamento termico alla copertura.

Infine, sempre sulla copertura è stato posato un impianto fotovoltaico per la produzione di 4,5 kWp di energia elettrica a servizio dell’abitazione. Recupero e riutilizzo dell’acqua piovana sono altrettanto garantiti.

Lamia Santolina è il manifesto dell’architettura contemporanea, l’espressione concreta della necessità di recuperare il passato, con il rispetto dell’obbligo, anche morale, di costruire in modo sostenibile. Siamo davanti alla piena espressione della cultura costruttiva ecologica del team di Scaffsystem.

 

Compila il form per richiedere la nostra consulenza

 

 

Autorizzo Scaffsystem alla gestione dei miei dati in accordo a quanto riportato nell’informativa sulla privacy.
Informativa sulla privacy