Architettura

Architettura

Scaffsystem reinterpreta i linguaggi dell'architettura con "Structura"

Nell’immaginario collettivo, per tanti anni, l’uso dell’acciaio nelle costruzioni è stato associato alle grandi opere infrastrutturali. Ora finalmente le cose stanno cambiando e un numero crescente di tecnici e progettisti ricorre all’acciaio per dimensionare anche strutture mirate a ridefinire il contesto urbano o a rispondere ai bisogni moderni dell’edilizia residenziale e industriale.

Si tratta dunque di uno scenario in continua evoluzione nel quale Scaffsystem affianca in modo sinergico gli architetti, gli ingegneri e i tecnici con le sue soluzioni strutturali in acciaio e una gamma di proposte modulari e flessibili, basate sull’uso dei profilati leggeri e formati a freddo dell’innovativa linea “STRUCTURA”.

Le soluzioni metalliche Scaffsystem per l'Architettura

si basano sul sistema costruttivo “Structura”.
Esso nasce dal fertile incontro tra il design, l’architettura e l’ingegneria e con estrema semplicità permette di realizzare soppalcature, interventi di edilizia industriale quali pensiline, tettoie, capannoni, interventi di edilizia abitativa quali bungalow, ville mono e multipiano e palazzine, progetti speciali quali strutture reticolari, stand fieristici e similari.

L’uso di strutture portanti leggere presso-piegate è oggi possibile in ambiti architettonici molto più estesi che in passato e riguarda sia il residenziale che il terziario.
Attraverso questa metodologia costruttiva, l’acciaio diventa protagonista grazie alle sue generose caratteristiche strutturali e tecnologiche e si abbina a una serie di materiali complementari per offrire un prodotto edilizio interamente a secco e con alte prestazioni acustiche, termiche, antincendio, funzionali, ecologiche ed energetiche attraverso una totale libertà di espressione estetica: un abaco di soluzioni che regalano al progettista la gratificazione della creatività e al suo cliente la sicurezza del risultato personalizzabile nel rispetto di qualunque contesto ambientale, urbano e naturale, sociale e culturale.

L’ibridazione e/o la sostituzione delle tradizionali tecniche laterocementizie con nuovi metodi di
costruzione e di gestione del cantiere si sono rivelate come spinte innovative colte da Scaffsystem, soprattutto per rispondere alla crescente domanda di flessibilità e di velocità costruttiva, oltre che di sofisticazione tecnica.

Come funziona in pratica questo sistema costruttivo?
Si segue un processo meccanico: gli elementi costruttivi vengono prodotti per la loro totalità industrialmente, mentre in cantiere essi devono essere solamente connessi, assemblati gli uni agli altri a secco, seguendo il progetto architettonico-tecnologico. Pannelli e strati di vario tipo sono poi uniti meccanicamente, in generale mediante semplice avvitatura o imbullonatura per ciò che riguarda le strutture, e la loro applicazione non deve sottostare a particolari vincoli dettati dalle condizioni atmosferiche in sito.

Bisogna inoltre evidenziare che le particolari sezioni dei profili e la loro leggerezza li rendono più performanti rispetto ai classici profili laminati a caldo (Ipe, Hea, HeB ecc.) e la loro preforatura favorisce l’integrazione con gli impianti e le eventuali modifche in cantiere.

architettura
architettura
architettura

I principali punti di forza del nostro sistema costruttivo:

  • LEGGEREZZA STRUTTURALE
    (favorevole alla sicurezza antisismica)
  • CAPACITÀ DI COPRIRE GRANDI LUCI
  • FACILITÀ DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO ANCHE DI STRUTTURE COMPLESSE
    (rapidità nei tempi di costruzione)
  • FACILITÀ NELLA MANUTENZIONE
    grazie alla pratica sostituzione di elementi strutturali
  • CABLAGGIO DEGLI IMPIANTI ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA
    (grazie all’uso di opportuna preforatura dei profili)
  • DURABILITÀ DELLA STRUTTURA
  • QUALITÀ ARCHITETTONICA

Il paradigma costruttivo è sensibilmente diverso da quello “tradizionale”: telai portanti leggeri vengono posti in opera con grande velocità raggiungendo subito la copertura.
Molti pre-assemblaggi avvengono a terra per consentire condizioni di lavoro più sicure.
Una volta issato lo scheletro portante “STRUCTURA” e realizzata la copertura, si procede con i tamponamenti, sia degli impalcati (che possono essere a secco o con getto collaborante) sia dei tramezzi, attraverso un processo di connessione in “orizzontale” di vari strati leggeri di grande dimensione, anziché di piccoli blocchi pesanti posati a gravità, e tutto questo avviene in maniera indipendente da tempistiche di asciugatura, trasformazione o maturazione in cantiere.

Gli involucri, interno ed esterno, sono costituiti da materiali e componenti di derivazione industriale, certificati e garantiti, e sono progettati secondo le specifiche funzioni derivanti dalle sollecitazioni fisiche che devono sopportare e per evitare ponti termici e acustici o dilatazioni termiche dannose.

Nelle intercapedini mediane, che si generano tra la superficie degli involucri e la maglia strutturale, sono disposti opportuni materassini fonoisolanti, fonoassorbenti, termoisolanti e materiali inibitori d’incendio, oltre a guaine e teli con diverse funzioni.

Inoltre nelle camere di intercapedine scorrono le reti impiantistiche, facilmente ispezionabili in caso di guasti e sostituibili con minore dispendio energetico ed economico.

Ciò che Scaffsystem presenta con orgoglio ed entusiasmo, dunque, è un vero e proprio “meccano kit”, dove ogni componente è seriale e reperibile sul mercato,

ma dove il risultato architettonico ed estetico finale è vario e modulare e lascia al progettista totale libertà compositiva. Inoltre, la costante e multidisciplinare attività di ricerca consente l’aggiornamento puntuale di ciò che nasce come un Sistema-Servizio-Prodotto e si configura sempre più come un sistema vivo e in evoluzione, proprio come deve essere uno spazio abitativo, lavorativo e relazionale.

architettura
architettura - soppalchi
Soppalchi
architettura edilizia industriale 01
Edilizia industriale
architettura edilizia residenziale 01
Edilizia residenziale
architettura progetti speciali 01
Progetti speciali